Guillermo Mariotto: «Si capiva che ero gay e i bulli sbroccavano perché ero forte nello sport: poi mi ribellai»

Lo stilista italiano di orgine venezuelana: «Penso ai genitori di quel tredicenne che si è tolto la vita a Palermo, so cosa vuol dire chiudersi in bagno e non aver nessuno con cui confidarsi. Mio fratello mi disse che ero la macchia del nostro cognome»




Altri articoli che potrebbero interessarti: