Operaio morto sul lavoro a Sassari, svolta nell’inchiesta: «Non fu malore, ucciso da un macchinario e fatto sparire»

La procura indaga un collega di Antonio Masia, l’operaio trovato senza vita il 25 luglio scorso dentro uno stabilimento di rifiuti. L’accusa è di omicidio colposo e occultamento di cadavere. Indagini anche sul rogo di qualche giorno dopo: «Si volevano nascondere le prove»




Altri articoli che potrebbero interessarti: