Palermo, Pietro Polizzi ritira la candidatura. I pm: «In pericolo il voto del 12 giugno»

Il candidato di Forza Italia al Consiglio Comunale è in carcere da ieri: avrebbe promesso il suo appoggio alla famiglia dei Sansone, storici costruttori mafiosi che ospitarono il boss Totò Riina durante la latitanza, in cambio di voti. La difesa ai magistrati: «Solo scambi di battute tra amici»




Altri articoli che potrebbero interessarti: